Book: Dialogo sui dialogui


M.A. Bonfantini – A. Ponzio

Dialogo sui Dialogui – Dove si parla di filosofia, scienza, utopia, semiotica, musica, poesia, ecotopia e cosí via discorrendo.

Semiosis
Il senso e la fabbrica dei testi
14

Dialogo sui dialoghi è un libro che Bonfantini e Ponzio hanno organizzato e composto a partire dalla conferenza dialogica
con il medesimo titolo del 1982 a Cadenabbia, e che hanno pubblicato la prima volta nel 1986. La sua riedizione nella collana «Semiosis» ne inaugura la condirezione da parte dei due autori. Fratello maggiore e più esplosivamente dialogico e festoso de I dialoghi semiotici, cui benissimo si accompagna, ha per cornice e filo conduttore le sette scene e la conclusione del dialogo originario e fondativo della scoperta dei tre tipi di dialogo. Ma ciascuna scena introduce e illustra un tema specifico, commentato e ulteriormente focalizzato da Bonfantini e Ponzio, che dialogano sul loro stesso dialogo, e accolgono o respingono consigli od obbiezioni inventati di persone reali e osservazioni reali attribuite a personaggi inventati. E i due presentano infine come chiarimenti e approfondimenti testi propri o di amici, che figurano come saggi, in forma tradizionalmente monologica o di conversazione, ma anche come racconti e poesie. Polifonico eppure con un intreccio preciso, il libro alla fine scopre l’assassino dell’utopia della libertà democratica e dialogica, passando attraverso una nuova semiotica e una nuova poetica, criticando Hegel e lo scientismo dogmatico e intimidatorio dei questionari, soffermandosi sulla parabola del bambino che non voleva parlare e sui dialoghi di Panurge, ma anche di Platone, Galilei, Diderot,
coniugando infine innovazione e abduzione, socialismo ecologico e liquidazione dello spirito post-modern.

Massimo A. Bonfantini, filosofo e scrittore, è professore di Semiotica, prima nell’Università di Bologna, quindi all’Istituto Orientale di Napoli, da ultimo nel Politecnico di Milano. Fra i sui libri, Semiotica ai media (Bari 1984 e 2004), La semiosi e l’abduzione (Milano 1987 e 2004) e il Breve corso di semiotica (Napoli 2000 e 2003). Ha curato nel 2003 le Opere di Peirce. È coordinatore del Club Psòmega.

Augusto Ponzio è professore di Filosofia del linguaggio e di Linguistica generale nell’Università di Bari. Fra i suoi libri: Tra semiotica e letteratura. Introduzione a M. Bachtin (Milano 1992 e 2003), I segni dell’altro (Napoli 1994), Elogio dell’infunzionale (Milano 1997 e 2004), Testo come ipertesto e traduzione letteraria (Rimini 2005). Ha tradotto in italiano le Summule logicales di Pietro Ispano (Milano 2004), e i Manoscritti matematici di Marx
(Milano 2005).

In copertina: Wasilij Kandinsky, Punte nell’arco, 1927

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: